Aggiornato: 20 giugno 2024
Nome: Ovchinnikova Lyubov Lukichna
Data di nascita: 19 novembre 1958
Stato attuale: Imputato
Articolo del Codice Penale Russo: 282.2 (2), 282.2 (1.1)
Frase: pena sotto forma di 6 anni di reclusione con restrizione della libertà per un periodo di 1 anno e 6 mesi, la pena sotto forma di reclusione è considerata condizionale con un periodo di prova di 3 anni

Biografia

Nel maggio 2022, Lyubov Ovchinnikova, una pensionata che ha lavorato per molti anni come insegnante di scuola materna, ha subito persecuzioni religiose. Questa donna anziana fu processata per aver parlato della Bibbia.

Lyubov è nato nel 1958 nel villaggio di Shchelkonogovskiy (regione di Sverdlovsk) in una famiglia numerosa. Quando aveva 6 anni, si trasferirono a vivere nel villaggio di Knyaz-Volkonskoy (Territorio di Khabarovsk). I suoi genitori e i suoi tre fratelli non sono più in vita; Rimangono solo due sorelle maggiori. Fin da giovane, Lyubov era appassionato di cucito.

Dopo aver ricevuto un'istruzione secondaria specializzata, Lyubov ha lavorato come insegnante in una scuola materna fino al suo pensionamento. Mentre era in pensione, ha lavorato come donna delle pulizie.

Lyubov si è sposata nel 1978 e, insieme al marito, si è trasferita a vivere nel villaggio di Miass (regione di Chelyabinsk). Più tardi, a causa della mancanza di un alloggio proprio, la famiglia tornò a Knyaz-Volkonskoy. La coppia ha cresciuto un figlio e una figlia. Ljubov ora è vedova. Nel tempo libero ama lavorare a maglia, cucire, realizzare tessuti artigianali e cucinare.

Nel 1997, dopo aver studiato attentamente la Bibbia, Ljubov decise di dedicare la sua vita al servizio di Dio. Non pensava che in 25 anni sarebbe stata sottoposta a un procedimento penale per la sua fede.

A causa del processo, Lyubov è costretto a vivere a Khabarovsk. Ha problemi di salute. I parenti si preoccupano per lei e la sostengono come possono.

Casi di successo

Dall’aprile 2020, su istruzioni dell’FSB, uno dei residenti del villaggio di Knyaz-Volkonskoy ha iniziato a registrare conversazioni sulla Bibbia con Lyubov Kocherova e Lyubov Ovchinnikova. Due anni dopo, è stato avviato un procedimento penale contro i pensionati per presunto reclutamento e partecipazione all’attività di un’organizzazione estremista. Sono stati accusati di “porre domande su argomenti religiosi riguardanti… capire la Bibbia”. Nel marzo 2023, il caso è andato in tribunale e nell’agosto dello stesso anno, Kocherova e Ovchinnikova sono stati condannati a 6 anni di pena sospesa. A dicembre, la corte d’appello ha ribaltato il verdetto e ha rinviato il caso per un nuovo processo, che è iniziato nel gennaio 2024.